Tour dates

Check out the new tour dates
Roberto Diana Acoustic Guitar
Date : 25 / Giu / 2016
Time : 20:30
Free Entry

Cyrano – Alghero (SS) Sardegna

Alghero (SS)

Roberto Diana Torna al Cyrano di Alghero!
Il musicista Lurese, nominato agli Independent MUSIC AWARDS e reduce dall’ultima tournèe in Svezia, Inghilterra e Stati uniti proporrà diversi brani inediti e classici tratti dal suo repertorio rivisitati con diverse sonorità.

Roberto si racconterà e ci farà sentire le sue note portandoci in un viaggio attraverso le sue “Raighes”.

ROBERTO DIANA

Chitarrista e polistrumentista Sardo nominato a i 12th Independent MUSIC AWARDS.E’ un chitarrista potente e delicato, suona qualsiasi strumento a corde, chitarre elettriche, acustiche, lap steel, dobro, Weissenborn, banjo, mandolino, bouzouki e hansa veena.

Il suo stile è molto personale ed in grado di miscelare perfettamente tradizioni della musica Sarda con modernità e virtuosismi rari da ritrovare in altri chitarristi.
Una forte attitudine Rock n’ Roll mischiata a grandi e coinvolgenti melodie.

Roberto_Diana_Live_Weisseenborn_TroubadourIn un mondo dominato dalla musica facile, talvolta “finta” e sopraffatta dalle logiche di vendita, Roberto riesce a ricavare il suo spazio e propone il suo progetto, ricco di esperienze intime e personali, toccanti ed emozionanti che coinvolgono fino ad un livello intimo e profondo, lontano da tutto ciò che è convenzionale.

Nel settembre ’12 esce il suo primo disco solista “Raighes Vol 1” (“Radici” in lingua Sarda) considerato come uno dei migliori album del 2012 da diversi magazine/webzine internazionali: Mescalina (IT), Buscadero (IT), Akustik Gitarren (DE), Guitar Club (IT), The Real Roots Café (NL) , R2 (UK) e altri.

Nel 2013 Raighes Vol 1 viene nominato ai 12th Independent MUSIC AWARDS (Cat. Best Instrumental album).

Dal Giugno 2012 decide di partire con il “Raighes Vol. 1 Solo Tour” e portare questo suo emozionante progetto in giro per il mondo.

Suona negli USA, Scozia, Luxembourg, UK, Germania ed Italia.

A Gennaio ’14 il “Raighes solo tour” si sposta per diversi mesi in California dove come ultima tappa arriva allo storico Whisky a go go di Los Angeles di cui a Maggio 2015 esce un live CD/DVD.

Le sue radici sempre in movimento lo portano a raggiungere il famoso The Troubadour a Londra, altro locale storico, dove Roberto si esibisce a Gennaio 2015.

photo by Giulia CartasegnaHa una solida esperienza sia come chitarrista che come produttore, ha già all’attivo più di 40 dischi.

Ha collaborato con diversi artisti sia italiani che stranieri, tra cui Will T. Massey, Steve Lukather, Tony Levin, Vinnie Colaiuta, Jeff Lewis, Frank Gambale, Dean Parks, Brian Ray, Roberta Faccani, Pietro Nobile, JP Cervoni, Simon Phillips, James Raymond, Linda, Amanda Shires, Rachel Z, Joey Huffman, Richard Hunter, Chris Cacavas, Roberto Della Grotta e molti altri.

Dal 2008 suona anche con la roots rock band Lowlands con cui ha suonato in diversi palchi prestigiosi d’Europa e registrato e Co-prodotto sei album della band.

E’ stato invitato a suonare nelle più importanti fiere musicali del mondo inclusi il NAMM Show (Los Angeles), il MusikMesse (Francoforte), Disma , SHG (Milano), ADGPA Italy e Acoustic Guitars International Meeting(Sarzana).

Endorser per diversi marchi musicali (Elixir Strings, Seymour Duncan Pickups, Reference Laboratoy Cables, MN Guitars,  Fret-King e Vintage per StefyLine e Anderwood Guitars Weissenborn).

La liuteria, MN Guitars costruisce appositamente per lui la chitarra “Twilight 001/09 Roberto Diana Signature guitar”, uno strumento costruito sulle sue specifiche che porta il suo nome, presentato per la prima volta al NAMM 2009 a Los Angeles.

STAMPA:

Mediterranean Rock, immaginate di fondere la ritmica rock, con la sensibilità mediterranea, una forte melodia e un concetto armonico e percussivo tutto in una sola chitarra, senza loop o effetti. You can’t miss it!”(Akustik Gitarren – DE)

“Uno dei migliori chitarristi Italiani” (Gianni Zuretti – Mescalina)

“This is really rather lovely.” It is. (R2 Rock and Reel Magazine UK)

“E’ veramente sorprendente sentire la capacità di Roberto di riempire la sala con il suono di un’intera orchestra, pur mantenendo l’intimità di un uomo che da tutto se stesso al suo pubblico” (C McN Colonsay Scotland)

Ci troviamo di fronte ad un album che dipinge una serie di acquarelli dell’anima, non c’è niente fuori misura, non ci sono virtuosismi che non siano funzionali alla bellezza, oserei dire bucolica delle sue poesie che fluiscono una dopo l’alra senza soluzione di continuità” (Andrea Trevaini – Buscadero)

VIDEO: