19 Agosto 2019

Reviews



9/10 Rating on Liverpool Sound and Vision

The Fourth Hour - Roberto Diana and Tri Nguyen - Review by Liverpool Sound and Vision 9:10 SRatings
[:it]Insieme a Roberto Diana nel singolo troviamo il vietnamita Tri Nguyen, giustamente considerato uno dei più importanti ed unici suonatori di Dan Tranh Zither.
È una combinazione notevole, schietta, la stessa ricerca di energia e impegno che attraversa le vene di ogni musicista.
È un impegno importante, poiché il mondo classico non viene spesso realmente rappresentato nel modo in cui forse è stato previsto, dirottato da coloro ai quali non hanno riguardo per la popolarità del pezzo quando viene suonato con vigore e agitazione osservanza.
Questo mix creativo di sonorità Sarda e musica Orientale è quel vigore originale nell’ambientazione moderna, è una forza che puo sentire crescere nelle proprie vene anche chi potrebbe dichiarare di non comprendere la meccanica della sinfonia classica.

The Fourth Hour è un bellissimo brano che regge la bellezza tra le sue braccia.[:en]Joining Roberto Diana on the single is Vietnamese born Tri Nguyen, rightly considered one of the most important and uniquely performing zither players. It is a combination that is remarkable, forthright, the same search for energy and commitment striding through each musician’s veins. It is a commitment that shows, for the classical world does not truly get represented in the way that was perhaps envisaged, hijacked by those to whom have no regard for the popularity of the piece when played with vigour and stirring observance.

Questo mix creativo di sonorità Sarda e musica Orientale è quel vigore originale nell'ambientazione moderna, è una forza che puo sentire crescere nelle proprie vene anche chi potrebbe dichiarare di non comprendere la meccanica della sinfonia classica.

The Fourth Hour è un bellissimo brano che regge la bellezza tra le sue braccia. is a beautifully crafted piece that holds out with beauty in its arms.[:]

Ian D. Hall

This piece is a gem to be savoured as the music shimmers through one’s consciousness.

Monika Ryan review - Roberto Diana & Tri Nguyen - The Fourth Hour (Single) - Grammy Awards - Independent Music Awards

From the first note “The Fourth Hour è un bellissimo brano che regge la bellezza tra le sue braccia.” by Roberto Diana and Tri Nguyen brings you “in” with a gentle, soulful and weighty chime. The project is a multilayered blend of strings and meeting of minds through thoughtful meditative musical conversation. The new yet familiar sounds conjure up visuals that remind us of home in a nostalgic colourful vignette. As with all well-designed recipes, the elements intermingle seamlessly into a perfectly balanced composite where boundaries are imperceptible and all that remains is the singular amalgamation.

This piece is a gem to be savoured as the music shimmers through one’s consciousness.

Monika Ryan
Internationally Acclaimed Jazz Singer and Songwriter, Recording Artist and Touring Musician.

The Fourth Hour vibrates beyond our universe.

I just heard The Fourth Hour. Intriguing! Two great artists each unfolding the mysticism in his respective instrument but merging into one sound that resonates from the soul. The Fourth Hour vibrates beyond our universe. Congrats Tri Nguyen and Roberto Diana, you both played as if you know one another from a past beyond the human perception.

Shashika Mooruth

[:it]Roberto e Tri insieme sono magici. Creano un nuovo sound.[:en]Together, they are magic. They create a new sound.[:]

[:it]Amo l’estro artistico e la musicalità di Roberto Diana e Tri Nguyen Individualmente.
Ma insieme, sono magici. Creano un nuovo sound.[:en]I love the artistry and musicality of Roberto Diana and Tri Nguyen individually. But together, they are magic. They create a new sound.[:]
Tony Jannotta


Akustik Gitarren

[:it]“Suoni, percussioni ritmiche e armonie tutte in una sola chitarra, senz loop o effetti. Da non perdere.!”[:en]“Sounds, rhythmics percussion and harmonies all in one guitar, without loops or effects. You can’t miss it!”[:]
Akustik Gitarren – GERMANY

Mescalina.it – Formenti

[:it]“Impossibile da paragonare ad altri riferimenti e per questo motivo assolutamente meritevole di essere esplorato per poi risalire il fiume della produzione di quello che, indiscutibilmente, é uno degli artisti più interessanti del consesso indie nazionale (e non solo).”[:en]”Impossible to compare to others. For this reason absolutely deserving to be explored and then go up the river of the production of what, unquestionably, is one of the most interesting artists of the national indie (and beyond).”[:]
Vittorio Formenti

Colonsay Scotland

[:it]“E’ veramente sorprendente sentire la capacità di Roberto di riempire la sala con il suono di un’intera orchestra, pur mantenendo l’intimità di un uomo che da tutto se stesso al suo pubblico” [:en]“It’s truly amazing to hear Roberto’s ability to fill the hall with the sound of a full orchestra while maintaining the intimacy of one man giving his all to a very receiving audience” [:]
C McN
Colonsay Scotland

Buscadero

Ci troviamo di fronte ad un album che dipinge una serie di acquarelli dell’anima, non c’è niente fuori misura, non ci sono virtuosismi che non siano funzionali alla bellezza, oserei dire bucolica delle sue poesie che fluiscono una dopo l’altra senza soluzione di continuità” 

Andrea Trevaini
Buscadero

G.Zuretti

[:it]“Uno dei migliori chitarristi Italiani”[:en]“One of the best Italian Guitar Player”[:]
Gianni Zuretti
Mescalina

[:it]5 Stelle su R2(UK)[:en]5 Stars Review R2 (UK)[:]

“Diana brings together a rare talent for both crafting a hummable tune and sculpting a complex and detailed soundscape without ever letting one suffer from the other. Stunning.”

Trevor Raggat
Rock and Reel

4 Stars on Liverpool Sound & Vision

“A truly gifted performer, Roberto Diana once more takes us home.”

Ian D. Hall
Liverpool Sound & Vision


Anna Maria Puggioni

L’interpretazione e l’accompagnamento musicale delle tracce contenute nel CD, creano una particolare atmosfera emotiva partendo dai moduli di canto legati alla tradizione, per viaggiare su più ampi spazi sonori di carattere universale.
Dal dolce canto delle “Ninne Nanne” alla particolare interpretazione del “Miserere”: atto penitenziale che introduce al mistero della Passione, eseguito sopratutto dai cori durante i riti Quaresimali; dalla tragedia degli incendi alla struggente passione ed amarezza dell’innamorato per il distacco dell’amata.
Degno di nota “ Su Bolu e S’astore”, omaggio al grande “Maestro del Folklore” Tonino Puddu.
Gli assoli dei talentuosi musicisti, “Polistrumentisti” di fama internazionale, Roberto Diana e Giulia Cartasegna, traendo ispirazione dalle sonorità e dai luoghi della nostra terra, la accarezzano nei suoi incomparabili panorami rievocando: la bellezza dei tramonti, lo spumeggiare delle onde, per poi passare a richiami di altri colori e suoni etnici.
Marco Muntoni nasce a Tempio, cresce in una famiglia di appassionati di “Cantidu a Chiterra” e grazie a suo padre Mimmia, conosciuto e stimato “Cantadore”, respira e sviluppa sin da piccolo la passione per il canto.
S’innamora anche del “Canto Corale Gallurese”.
Da anni fa parte come solista dell’ “Associazione Culturale Coro Gabriel”.
L’emissione vocale di Marco è naturale, melodiosa e non necessita di sforzi né si discosta dall’espressione parlata.
I melismi insiti nella sua voce, gli consentono di trasmettere con naturalezza: gioia e dolore, amore e passione, nostalgie del passato (come nella bellissima poesia di “Lu Tempu” di Don Gavino Pes) che toccano il cuore nel profondo.
“ISPIRIENDI” è un progetto discografico misto di luci e delicate sfumature di colori, originate da effetti musicali e vocali che accarezzano l’anima e segna per Marco l’inizio di un percorso che avrà sicuramente, il meritato successo.

Anna MAria Puggioni
Duo Puggioni

|
it_IT
en_US it_IT